La repubblica delle lettere

1984 di George Orwell

“La libertà è schiavitù la guerra è pace l’ignoranza è forza”

1984


George Orwell, pseudonimo di Eric Arthur Blair, nasce in India il 25 giugno 1903 a Motihari, nel Bengala. La famiglia è di origine scozzese ed è di modeste condizioni economiche. Nel 1904 torna in Inghilterra e si stabilisce nel Sussex. Frequenta un esclusivo college dove ne esce con una borsa di studio e un grande complesso di inferiorità di cui parlerà nel suo saggio autobiografico E tali, tali erano le gioie. Nel 1917 viene ammesso alluniversità di Eton e nel 1922 decide di seguire le orme paterne arruolandosi nella polizia imperiale indiana a Mandalay, in Birmania. Ma si rivela un’esperienza traumatica visto il disgusto verso l arroganza imperialista e per il ruolo a lui imposto. Si dimette nel 1928. In quello stesso anno parte per Parigi e poi per Londra dove in entrambi farà la fame e di tale esperienza racconterà nel suo romanzo d’esordio Senza un soldo a Parigi e a Londra (1933).  Nel 1936 si sposa e parte come volontario per la guerra di Spagna di cui scriverà pagine drammatiche e piene di polemiche nel celebre Omaggio alla Catalogna del 1938. Durante la Seconda Guerra Mondiale cura per la BBC trasmissioni propagandistiche per L’India e diventa direttore di un settimanale socialista. Nel 1945 compare il romanzo satirico di successo La fattoria degli animali e successivamente nel 1949 esce il romanzo utopico 1984. George Orwell morì il 21 gennaio 1950 a Londra.


Il romanzo è ambientato nel 1984 in un futuro immaginario in cui il mondo è diviso in tre potenze: L’Oceania che comprende Nord America, Regno Unito, Australia, Nuova Zelanda e Africa Meridionale; Eurasia che comprende Europa e Russia e infine Estasia che comprende l’Asia Meridionale. Il territorio restante dell’Africa e Medioriente è conteso in questa guerra continua tra i tre stati. La storia è ambientata a Londra, in Oceania, dove ad avere il potere è un solo partito che segue le regole del Socing il cui capo è quest’uomo chiamato Grande Fratello che nessuno ha mai visto. La vita di ogni persona è costantemente controllata da telecamere (teleschermi) per assicurarsi il pieno controllo sugli abitanti. Il potere è diviso in tre parti: il Ministero dell’Amore che si occupa della sicurezza interna attraverso la sua polizia politica (detta “psicopolizia”); il Ministero della Pace che si occupa della guerra, il Ministero dell’Abbondanza che si occupa delle questioni economiche, e il Ministero della Verità che si occupa della propaganda di partito, dove vengono continuamente cambiati libri, giornali etc.

Il protagonista della storia è Winston Smith che lavora nel Ministero della Verità e si occupa appunto di cambiare continuamente documenti storici secondo la volontà del Partito. Winston appare come un comune cittadino, sempre dedito al Partito ma in realtà cela un odio per tutto quello che riguarda il Partito; così un giorno, per ribellione personale, inizia a scrivere tutte le critiche verso il partito su un diario, attività semplice ma che in Oceania era considerata molto pericolosa perché si manifestava un’attività di libero pensiero. Winston è ossessionato da quest’uomo membro del partito interno chiamato O Brien, che lui crede faccia parte della Confraternita. Un giorno, mentre Winston prendeva parte a quest’attività collettiva chiamata “i due minuti d odio” in cui si scaricava la rabbia repressa dei cittadini verso dei nemici dello stato, Winston è attratto da questa ragazza chiama Julia che aveva più o meno 25 anni, anche lei lavorava al ministero della verità e lui credeva fosse un spia della psicopolizia. In realtà Julia si rivela anche lei contro il partito e i due si conoscono dopo che lei gli consegna un bigliettino con scritto “ti amo”. I due diventano amanti intraprendendo così un attività pericolosa perché per il Partito l’amore era al solo scopo di procreare.  I due vengono approcciati da O Brien, il quale li invita a far parte di quest’organizzazione segreta chiamata Confraternita. O Brien però si rivela essere un membro della psicopolizia e i due vengono arrestati. Il fine di qualsiasi persona catturata è lindottrinamento della tecnica del bipensiero attraverso tre fasi: apprendimento, comprensione, accettazione. Nella prima fase si infligge una quantità di dolore sempre crescente al condannato per fargli credere una realtà che non è tale. In questa fase Winston capisce di essere “lultimo uomo d’Europa” ovvero lultima persona a conservare uno spirito umano e di avere le sembianze di uno scheletro dopo le innumerevoli torture subite. Winston inizia a migliorare ma O Brien comprende che gli rimane ancora qualche pensiero non ortodosso e così viene portato nella famosa stanza 101: in questa stanza non è presente uno strumento di tortura preciso ma si materializza il peggior incubo di ogni persona. Il peggior incubo di Winston erano i topi e appunto O Brien stava per mettergli una maschera con dentro due topi quando Winston, terrorizzato, perde il suo ultimo sentimento umano ed urla “fatelo a Julia”; tradendo così la sua donna amata e rinnegando tutti i suoi valori. Winston viene reinserito nel mondo civile ed è diventato un amante devoto del Grande Fratello. Winston e Julia si rincontrano in un parco dove i due ammettono di essersi traditi a vicenda e dove Winston capisce di non provare più alcun sentimento per lei. L ‘ultima scena avviene in un bar dove Winston, dopo aver sentito un annuncio di una vittoria riportata dall’Oceania, si rallegra per il suo amore nei confronti del Grande Fratello.

 

 

 

One Commnet on “1984 di George Orwell

Lascia un commento